Main content

Alert message

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Venerdì 30 Ottobre 2020, alle ore 10.00, presso il Centro Polifunzionale Studenti, primo piano (Ex Palazzo Poste) - Università degli Studi di Bari Aldo Moro, in p.zza Cesare Battisti, a Bari, il Magnifico Rettore, Prof. Stefano Bronzini e il direttore dell’Accademia di Belle Arti, Prof. Giancarlo Chielli, nell’ambito del progetto “PALIMPSEST – Post ALphabetical Interactive Museum using Participatory, Space-Embedded, Story-Telling” finanziato da Interreg V-A Greece–Italy 2014-2020, inaugureranno il Museo Urbano, MUX ART - DIGITAL URBAN EXIBITION, che aprirà le sue porte al pubblico sino al 6 Novembre 2020, rispettando, da protocollo, tutte le norme relative alle restrizioni Anti – Covid 19.

Al fine della valorizzazione del patrimonio culturale, è stato ricreato, attraverso la mostra MUX ART, curatrice Mariagrazia Proietto, uno scorcio del centro storico della città di Bari, riproducendo artisticamente alcuni dettagli che appartengono agli spazi urbani cittadini, e facendoli rivivere attraverso installazioni digitali. Nell’ottica di recuperare e mostrare la stratificazione storica nel corso del tempo, sono stati individuati tre elementi storico – artistici, protagonisti del Museo urbano: la Statua di San Nicola, la Testa del Turco e la Colonna Infame. Al fine di consentire una fruizione sensoriale della storia, i tre elementi saranno riprodotti in 3D e digitalizzati e mostrati come esperienze digitali.

Al taglio del nastro, interverranno: il prof. Giuseppe Pirlo, Responsabile Scientifico del progetto Palimpsest per l’Università degli Studi di Bari, la prof.ssa Fausta Scardigno, Presidente del Centro Apprendimento Permanente (www.uniba.it/centri/cap) dell’Università degli Studi di Bari; la dott.ssa Carmela Sfregola e il dott. Gianfranco Gadaleta, rispettivamente Responsabile della Comunicazione e Coordinatore del Programma Interreg V – A Grecia – Italia; la prof.ssa Angela Mongelli e il prof. Fabio Manca del Dipartimento di Scienze della Formazione, Psicologia e Comunicazione e componenti della commissione giudicatrice delle opere presentate; il prof. Raffaele Fiorella , docente dell’Accademia delle belle Arti e coordinatore della mostra; dott. Giuseppe Capozza Dirigente IC UMBERTO I - San Nicola - Bari.

L’evento di presentazione sarà trasmesso in diretta streaming, tramite il canale Youtube del progetto di cooperazione Palimpsest https://www.youtube.com/channel/UCAylnudY3MwP9mNZM1DcsNw, che ospiterà a distanza, i referenti greci del progetto: la prof.ssa Polyxeni Mantzou Professor, Dept. of Architectural Engineering Democritus University of Thracee gli studenti dell’Università di Ioannina.

Il Museo Urbano si concluderà con la Premiazione delle opere digitali che si svolgerà venerdì 6 Novembre alle ore 11.30

PALIMPSEST vede come partner il Centro per l’Apprendimento Permanente dell’Università degli Studi di Bari Aldo Moro e la Provincia di Lecce per l’Italia, la Facoltà di Belle Arti dell’Università di Ioannina (Lead partner) e la Regione dell’Epiro, per la Grecia. Obiettivi del progetto sono quelli di sviluppare - attraverso tecnologie digitali - un’esperienza museale interattiva, facendo emergere strati dimenticati del passato delle città, e rivitalizzare gli spazi urbani per attrarre un turismo di qualità.