Main content

Alert message

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Mercoledì 7 ottobre dalle ore 15.00 alle ore 17.00 si terrà in modalità online il living lab “Prevenzione strutturale dello spreco alimentare: tecnologie per una produzione sostenibile", organizzato dalla Regione Puglia con la collaborazione di InnovaPuglia s.p.a, ARTI (Agenzia regionale per la tecnologia e l’innovazione) nell’ambito del progetto InnoNets,
che mira a favorire la cooperazione territoriale fra la Regione Puglia e la Regione delle Isole Ionie (in Grecia) nel settore agroalimentare, puntando su processi di facilitazione dell’innovazione a favore delle piccole e medie imprese, perseguiti attraverso l’attivazione di living labs tematici che coinvolgano le organizzazioni di ricerca, le imprese, gli enti di governo del territorio e la società civile. L’evento sarà disponibile a questo link

Per affrontare le più urgenti sfide sociali e ambientali, nel 2015 l’Onu ha formulato gli Obiettivi di sviluppo sostenibile, i cosiddetti SDG che mirano a perseguire la trasformazione dei sistemi di consumo e produzione come leva per il raggiungimento di molteplici obiettivi di sostenibilità, tra cui la lotta allo spreco alimentare. La logica dei living lab tematici sulle politiche alimentari locali ha come obiettivo quello di stimolare una strategia di innovazione sociale e tecnologica orientata ad un consumo consapevole in grado di evitare lo spreco alimentare sia nella catena di mercato sia nell'economia domestica.

Attraverso il progetto InnoNets, finanziato dal Programma Interreg Grecia-Italia 2014-2020, i risultati raggiunti nel corso dei living lab potrebbero contribuire ad una strategia di economia circolare in grado di aumentare l'occupazione attraverso nuove competenze professionali altamente tecnologiche in un settore tradizionale come l’agricoltura oltre che valorizzare cultivar tradizionali inserite come materie prime in nuovi cibi funzionali al benessere della comunità.

L’evento del 7 ottobre si aprirà con l’introduzione di Crescenzo Antonio Marino, Regione Puglia, Dirigente Sezione Ricerca, Innovazione e Capacità Istituzionale e Gaetano Grasso InnovaPuglia SpA. A seguire i relatori e gli ospiti si confronteranno sui seguenti temi: La consapevolezza del cibo (Gerardo Centoducati; Università di Bari, Valentina Zacchino; Gruppo Megamark srl e Federico Villani, Consea srl), L’impatto del cibo sull’invecchiamento dell’organismo (Angelica Miccolis; Farmalabor srl, Pietro Siciliano, CNR IMM e Francesco Ciliberti, Intellego srl), Il cibo del futuro (Francesca De Leo, CNR IBIOM; Maria De Angelis; Università di Bari e Stefano Potenza, Essenza Glutine) Tracciabilità (Pietro Siciliano, CNR IMM) Funzionalità del cibo con focus sul progetto Innotipico (Andrea Minisci, Vallefiorita srl).

Le conclusioni sono affidate a Valeria Patruno di ARTI, Alessandro Bonifazi del Politecnico di Bari e Katia De Luca di Lega Coop Puglia.