Main content

Alert message

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Mercoledì 29 luglio dalle 9 alle 17 si terrà da remoto il primo incontro di avvio (kick off meeting) del progetto strategico MIMOSA (MarItime and MultimOdal Sustainable pAssenger transport solutions and services) finanziato dal programma Interreg V-A Italia Croazia, con la partecipazione attiva del Dipartimento Mobilità della Regione Puglia. 

Al progetto MIMOSA partecipa un partenariato italo-croato di 20 enti, sotto il coordinamento della  Regione Friuli Venezia Giulia insieme al CEI (lead partner), organizzazione internazionale che opera per l’integrazione europea e lo sviluppo sostenibile, con sede a Trieste.

MIMOSA si propone di migliorare e diversificare l'offerta del trasporto transfrontaliero dei passeggeri nell'intera area del programma attraverso soluzioni multimodali e strumenti innovativi e intelligenti, migliorare l’accessibilità, sostenere modalità di trasporto a bassa emissione di carbonio per contribuire alla riduzione dell’impatto ambientale generato dai trasporti. Il progetto si conclude a dicembre 2022. 

Nel quadro complessivo delle attività di progetto che vedranno tutti i partner impegnati, la Regione Puglia, capitalizzando i risultati già ottenuti con precedenti progetti Interreg su ciclabilità e intermodalità sostenibile (CYRONMED, CiELo e INTERMODAL), e il proprio coinvolgimento attivo nella progettazione e realizzazione della Ciclovia Adriatica che trova, sul lato croato, il percorso EuroVelo 8 (Ciclovia Mediterranea), focalizzerà le azioni su:

  • elaborazione di un documento transfrontaliero (position paper) su accessibilità di stazioni, porti, aeroporti dei passeggeri/turisti con bici al seguito;
  • predisposizione di un protocollo di intesa con tutti i soggetti interessati, per inserire misure a favore dell’intermodalità con le bici, negli strumenti di pianificazione e programmazione;
  • elaborazione di un vademecum (guidelines) delle migliori buone pratiche a livello internazionale di infrastrutture e servizi per il trasporto integrato bici e trasporti pubblici e collettivi;
  • realizzazione, d’intesa con Aeroporti di Puglia, di soluzioni a favore dei cicloturisti, in partenza e in arrivo negli scali di Bari e Brindisi, con misure  per facilitare l’accessibilità e l’assistenza tecnica mediante specifiche aree attrezzate per smontaggio/rimontaggio biciclette  (azione pilota).