Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Gennaio 2005 / giugno 2010



Un appello ai capi di Stato e di governo, per la costruzione di una vera unione economica nell'area del Mediterraneo, e' stato rivolto, in chiusura dei lavori degli ''Incontri del Mediterraneo'', ad Hammamet, dai manager delle imprese partecipanti. I quali, dal canto loro, hanno assunto l'impegno di assicurare una crescita ''forte, durevole e condivisa'', prendendo l'esempio dai grandi raggruppamenti regionali realizzati in America o in Asia. La realizzazione di questa unione, a loro parere, permettera' alla regione mediterranea di partecipare in maniera sempre piu' concreta alle sfide in campo mondiale.

{mosimage}Il Parlamento europeo ha dato la sua approvazione ad una proposta della Commissione europea che rende possibile utilizzare finanziamenti regionali europei per migliorare le condizioni abitative delle comunità emarginate.

{mosimage}Al via attività comuni per favorire l’accesso alle carriere nelle istituzioni europee, attraverso il coinvolgimento di istituzioni formative pubbliche e private. La durata dell’accordo è di 3 anni, senza oneri finanziari straordinari per il Dipartimento.

{mosimage}Costruire insieme regole e convenzioni per guidare lo sviluppo sostenibile dello spazio marittimo: è l’obiettivo del corso-workshop internazionale su “La pianificazione dello spazio marittimo”.

{mosimage}L’Ong COMI cerca un cooperante per il coordinamento del progetto di Panciu in corso in Romania, realizzato in collaborazione con IBO Italia. Il contratto, della durata di due anni, sarà registrato dal MAE. Richiesta partenza immediata.