Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Il Programma di cooperazione Grecia-Italia lancia una call strategica con un budget di 3.400.000 di euro per aiutare il sistema di protezione civile e le strutture sanitarie dell'area di cooperazione di Puglia e Grecia, duramente colpite dall'emergenza COVID-19, nei mesi scorsi.

Una risposta concreta del Programma di Cooperazione che, grazie ai fondi europei, interviene attivamente per sostenere la Puglia in Italia, la Regione della Grecia occidentale, la Regione dell’Epiro e la Regione delle Isole Ionie in Grecia per aiutare gli ospedali e le organizzazioni della protezione civile messe a dura prova durante l'epidemia. La call intende supportare l'approvvigionamento di dispositivi di protezione, sostenere la ricerca scientifica per contrastare la pandemia e realizzare un team scientifico transfrontaliero che lavori congiuntamente per affrontare nuove situazione di emergenza.

I partner eleggibili sono: la Regione Puglia, University General Hospital of Ioannina, University General Hospital of Patras “PANAGIA I VOITHIA”, Patras General Hospital “Agios Andreas”, General Hospital of Ilia, Etoloakarnania General Hospital, Corfu General Hospital, General Hospital of Zakynthos, General Hospital of Kefallinia, Lefkada General Hospital.

La call è perfettamente in linea con il Coronavirus Response Investment Initiative (CRII), lanciata dalla Commissione Europea per rispondere in maniera flessibile ai bisogni legati all'emergenza. 

Per conoscere il testo completo della call e i relativi allegati, consultare il seguente link.