Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Il Programma Operativo Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (PO FESR) della Regione Puglia nel periodo 2007-2013 è stato adottato con Decisione Comunitaria (CE) n. C/2007/5726 del 20 novembre 2007 e pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Puglia  (B.U.R.P. n. 31 del 26 febbraio 2008  -  Deliberazione di Giunta Regionale n. 146 del 12 febbraio 2008).

Successivamente il Programma è stato modificato ed adottato dalla Commissione Europea con Decisione C(2011) 9029 del 1.12.2011 (B.U.R.P. n. 7 del 16 gennaio 2012 -  Deliberazione di Giunta Regionale n. 2941 del 29.12.2011) e con Decisione C(2012) 9313 del 6.12.2012 (B.U.R.P. n. 32 del 27.01.2013 - Deliberazione di Giunta Regionale n. 28 del 29.01.2013).

Il PO FESR 2007-2013 è stato redatto ai sensi dell''art. 37del REG. (CE) n. 1083/2006 e si è articolato in:

  • 3 Politiche: Politiche di contesto, Politiche della ricerca e dell''innovazione, Politiche per l''inclusione sociale e il welfare;
  • 8 Assi di intervento: coincidenti con le priorità del QSN (Quadro Strategico Nazionale) e con gli ambiti tematici del DSR (Documento Strategico Regionale);
  • 28 Linee di intervento.

L'obiettivo globale del PO FESR 2007-2013 è stato favorire la piena convergenza della Regione in termini di crescita e occupazione, garantendo la sostenibilità del modello di sviluppo. Tale obiettivo si è articolato in 3 macro-obiettivi:

  • rafforzare i fattori di attrattività del territorio, migliorando l''accessibilità, garantendo servizi di qualità, salvaguardando le potenzialità ambientali anche attraverso la promozione di un modello di sviluppo sostenibile incentrato su una maggiore efficienza dei consumi energetici e un significativo innalzamento della produzione da fonti rinnovabili;
  • promuovere l''innovazione, l''imprenditoria e lo sviluppo dell''economia della conoscenza anche attraverso la valorizzazione del lavoro competente e dei distretti produttivi;
  • realizzare condizioni migliori di benessere e di inclusione sociale;

e in 3 principi trasversali che sul piano operativo hanno trovato attuazione nell'ambito di ciascuna linea di intervento:

  • sviluppo sostenibile,
  • pari opportunità,
  • dimensione territoriale dello sviluppo.

Per approfondimenti sul Programma, le Strutture di gestione, bandi e documenti, consultare il sito ufficiale: http://fesr.regione.puglia.it