Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Il Politecnico di Bari, in collaborazione con l’Associazione Ingegneri per l’Ambiente e il Territorio (AIAT) e l’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Bari (OIBA), è lieta di invitarvi al seminario tecnico “Riuso delle acque reflue: innovazioni tecnologiche e condizionamenti sociali e gestionali”.

Il workshop si terrà giovedì 30 gennaio presso l’Aula Magna “Attilio Alto”, e rientra nelle attività finanziate dal progetto Re-Water, finanziato dal Programma di Cooperazione Grecia-Italia. L’evento si inserisce nella serie di workshop tematici svolti dal partenariato internazionale per diffondere i risultati delle proprie ricerche. Il focus sarà sulle più recenti innovazioni tecnologiche nel campo del riutilizzo delle acque, ed in particolare su come è possibile utilizzare queste ultime per svariati usi civili.

Tanti gli interventi dedicati a scenari concreti, partendo dalla pianificazione regionale del riuso delle acque in campo agricolo, allo sfruttamento per la ricarica delle falde acquifere e alle innovazioni tecnologiche per una depurazione efficace dai composti recalcitranti. Interverranno a tal proposito dirigenti della Regione Puglia, ricercatori dell’Università di Foggia e del Politecnico di Bari, associazioni di categoria nonché tecnici di AQP S.p.A. quale stakeholder e capofila del progetto di cooperazione.

Il progetto Re-Water punta a facilitare l’introduzione di tecnologie e processi ecosostenibili nella gestione delle acque reflue. Re-water attua azioni tecniche e di sensibilizzazione per contrastare l’inquinamento delle acque marine, in particolare tramite una migliore gestione e successivo riutilizzo degli scarichi urbani. Il partenariato prevede la partecipazione di Acquedotto Pugliese come capofila, il Politecnico di Bari, il Comune di Gallipoli, il Comune e l’Università di Patrasso, l’Impresa comunale di approvvigionamento idrico e della rete fognaria di Patrasso, e la sezione Risorse Idriche della Regione Puglia.