Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

La Fondazione Pino Pascali inaugura il 30 novembre 2019 alle 18 a Polignano a Mare la mostra "Craft Lab: design e arte tra Italia e Grecia", realizzata nell’ambito del progetto Craft Lab - Residencies on the way from products to the AdriIonian design, finanziato dall'Unione Europea con il Programma di Cooperazione Grecia-Italia 2014-2020.

L’esposizione presenta le opere prodotte dai giovani artisti nell’ambito dei laboratori che si sono svolti la scorsa estate nelle città di Gravina di Puglia, Grottaglie e Martina Franca, dedicati alle eccellenze dell’artigianato: mosaico, tessuto e ceramica. 

Grazie al progetto Craft Lab, 30 giovani artisti, selezionati tramite open call, hanno potuto lavorare con sei formatori e 3 operatori del settore intraprendendo insieme una magnifica avventura tra arte e artigianato. Antiche tecniche e mestieri sono stati infatti riattualizzati e rinnovati grazie alle nuove tecnologie e ai linguaggi dell’arte, promuovendo l’imprenditorialità giovanile e le opportunità di lavoro nel settore. La scorsa estate si sono svolti a Grottaglie i laboratori di ceramica; a Martina Franca quelli di tessuto; a Gravina di Puglia i percorsi sul mosaico.

Ogni laboratorio ha previsto delle sessioni pratiche di complessive 120 ore, realizzate nel periodo di 4 settimane (30 ore per settimana) tra luglio e ottobre 2019. La partecipazione è stata completamente gratuita. 

Al termine dell’intero percorso i partecipanti hanno ricevuto una attestazione del percorso seguito, unitamente a servizi gratuiti di supporto tecnico per l’avvio di tre start up nei rami di riferimento, da localizzare in Puglia e nella Regione delle Isole Ionie. Grazie al progetto la Fondazione Pino Pascali ha potuto acquistare attrezzature specifiche e materiali necessari alla realizzazione dei laboratori.

La mostra sarà completata da alcuni manufatti realizzati in collaborazione con gli artisti greci, provenienti da Corfù, Lefkada e Cefalonia, che hanno lavorato insieme nelle giornate di interscambio svoltesi a Grottaglie, Martina Franca e Gravina di Puglia, dal 16 al 18 novembre. 

Gli artisti partecipanti saranno: Per la ceramica: Aurora Avvantaggiato, Roberto Ciardo, Valentina De Florio, Giovanni Diele, Giuseppe Digennaro, Roberto Farinacci, Bianca Maria Scarinci, Luigi Todaro, Arianna Tucci, Sandro Vestita; Per il tessuto: Sonia Amendolare, Giusi Maria Antolini, Irene Centronze, Marika Chirico, Aurelia Loconsole, Lucia Longano, Eugenia Naty, Paola Preziosa, Stefania Semeraro, Pierfederica Verdegiglio; Per il mosaico: Maurice Bellanova, Claudia Botrugno, Domiziana Desiante, Alice Di Nanna, Valentina Laterza, Angela Marrulli, Antonia Pellegrini, Francesca Ruggieri, Rossana Salvino, Anna Todisco. 

Capofila del progetto la Fondazione Pino Pascali con due partner italiani, la Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della Piccola e Media Impresa di Bari e la Regione Puglia Dipartimento Sviluppo Economico, Innovazione, Istruzione, Formazione Lavoro e due partner greci, l’Unione Regionale dei Comuni delle Isole Ioniche e la Camera di Commercio di Lefkada.