Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Si è svolto nel Comune di Polignano, lo scorso 23 ottobre, l'incontro di lancio del progetto Jump - Joint Urban Measures for creative Players", finanziato per 1.937.707,39 euro dal Programma Interreg V-A Grecia–Italia 2014-2020, a valere sulla prima call. Capofila del progetto è il Comune di Putignano. I partner italiani sono Regione Puglia – Dipartimento Turismo, Economia della Cultura e Valorizzazione del Territorio ed il Comune di Conversano, mentre partner greci sono il Comune di Corfù e l’organizzazione no-profit CulturePolis. Inoltre, sarà coinvolta in qualità di partner associato la Sezione per le Politiche Giovanili della Regione Puglia, in relazione all’expertise comprovata in materia di Urban Labs.

Il progetto JUMP, finanziato sull’Asse 2 “Gestione Integrata dell’Ambiente”, intende ripristinare e valorizzare un patrimonio urbano dismesso, come i mattatoi, attraverso l'industria creativa, sviluppando un modello gestionale di hub creativo già sperimentato dal partenariato italiano. Tale modello, con la gamma di servizi, i contenuti artistici e le esperienze realizzate, sarà trasferito come best practice alla parte greca. In altre parole, l'obiettivo è quello di trasformare i luoghi urbani inutilizzati in spazi attivi per mostre artistiche; identificare gli edifici inutilizzati che saranno trasformati in centri culturali, ossia un luogo di incontro sociale per la realizzazione di mostre, spettacoli musicali e teatrali, così come per la formazione, rivolta in particolare modo ai giovani, nell’ambito delle arti.

Grazie al progetto JUMP, un ex-mattatoio, situato a Corfù, verrà ristrutturato con l'obiettivo di implementare servizi innovativi, creativi e culturali seguendo il know-how italiano e le migliori pratiche nella gestione del patrimonio urbano. L'ex-mattatoio sarà il luogo dove, grazie ad un modello di gestione del patrimonio urbano elaborato dai partner italiani e greci, sarà possibile implementare servizi creativi nel campo dell'arte, della musica, del teatro, della danza, della fotografia e del trasferimento per la nascita del primo laboratorio urbano transfrontaliero. Sviluppo sostenibile, sviluppo urbano, salvaguardia e valorizzazione dell’ambiente artistico-culturale sono i punti cardine di questo progetto.