Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

L’Università di Bari, con il patrocinio della Regione Puglia, ha ospitato dal 18 al 20 giugno il più grande evento accademico internazionale sulle tematiche migratorie. Circa 570 relatori provenienti da 60 Paesi di tutto il mondo hanno partecipato a 'The Migration Conference 2019'. Dal 2012 l’evento è stato ospitato a Londra, Praga, Vienna, Atene e Lisbona e quest’anno, per la prima volta, approda in Italia, ottenendo anche la Medaglia del Presidente della Repubblica.

Nel corso della conferenza, la Regione Puglia ha presentato durante la tavola rotonda sulle tendenze globali delle politiche migratorie, svoltasi il 19 giugno, le politiche, le azioni e i progetti che sono in corso di attuazione sul tema dell’immigrazione.

La Regione Puglia, da sempre in prima linea su questo tema, promuove un sistema integrato di interventi e servizi per contrastare qualsiasi forma di discriminazione e favorire la piena integrazione degli immigrati regolari sul suolo pugliese. A gennaio 2018 ha approvato il Piano triennale per le politiche migratorie assicurando la programmazione, il monitoraggio e la valutazione degli interventi a favore dell’accoglienza, dell’integrazione degli immigrati nel mercato del lavoro e nella vita sociale, coordinando gli interventi rivolti agli immigrati e la governance del sistema regionale degli attori pubblici e del privato-sociale attivi nel campo delle politiche migratorie.

Ha aperto i lavori Roberto Venneri, Segretario generale della Presidenza della Regione Puglia, portando i saluti del Presidente Michele Emiliano. A seguire, Patrick Doelle, Commissario Europeo, Direzione generale immigrazione e Home Affairs ha illustrato i progressi e le sfide della Agenda Europea sull’immigrazione; Andrea Rachele Fiore, consulente senior IPRES in rappresentanza della direzione “Sicurezza del cittadino, politiche migratorie e antimafia sociale” ha ritratto il modello innovativo di accoglienza degli immigrati e le buone pratiche regionali; Gianfranco Gadaleta, Coordinatore del Segretariato del Programma di Cooperazione Interreg V-A Grecia-Italia 2014-2020 ha presentato alcuni progetti di cooperazione che insistono sul tema dell'immigrazione, mentre il professore Philip Martin dell’Università della California ha esposto le politiche migratorie nordamericane e le assunzioni lavorative.

Particolarmente significativa la soddisfazione della Commissione Europea che ha elogiato le politiche e le iniziative messe in atto per la standardizzazione del processo di integrazione degli immigrati regolari sul suolo pugliese ottimizzando le risorse economiche investite.