Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

La nascita della Cooperazione con i paesi in via di sviluppo risale al 1957, anno di fondazione della Comunità economica europea (CEE). A partire da una serie di accordi tra la CEE e le ex-colonie di alcuni Stati membri, le relazioni con i paesi dell'Africa, dei Caraibi e del Pacifico, Asia e America Latina, paesi del Mediterraneo e del Medio Oriente e paesi limitrofi orientali si sono progressivamente sviluppate con l'ausilio del Fondo europeo di sviluppo e una serie di accordi, convenzioni e partnership.

La politica di sviluppo ha subito importanti riforme nel corso degli anni. Nel 2001, particolarmente significativa è stata l’istituzione di EuropeAid - Ufficio di cooperazione esterna che oggi opera come "Direzione generale per la cooperazione internazionale e lo sviluppo" (Directorate-General for International Cooperation and Development - DG DEVCO)".

Tre sono gli obiettivi principali della DG DEVCO:
-    ridurre la povertà nel mondo;
-    assicurare lo sviluppo sostenibile;
-    promuovere la democrazia, la pace e la sicurezza.

A seguito dell’indizione da parte dell’Unione europea di un bando lanciato nell’ambito del Programma EuropeAid, riservato alle amministrazioni pubbliche (EuropeAid/ 131143/C/ACT/Multi), nell’aprile 2012 la Regione Puglia ha candidato una proposta di progetto di cooperazione internazionale, aderendo e partecipando successivamente al Progetto “Golfo de Fonseca: un modelo de gestion mancomunada trinacional sostenible del territorio y sus recursos ambientales”, ammesso a finanziamento dalla Commissione Europea nel 2014, sul bando “Local Authorities in Development” – Programma EuropeAid.
Il progetto, di durata triennale, si sviluppa su azioni volte promuovere lo sviluppo locale ecosostenibile nell’area costiera del Golfo di Fonseca, attraverso forme di gestione associata da parte delle municipalità salvadoregne, honduregne e nicaraguensi.

Sito web EUROPEAID