Main content

Alert message

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Il Dipartimento Mobilità della Regione Puglia, in qualità di partner del progetto “Cycling for development, growth and quality of life in European regions" (EU CYCLE), in questi giorni partecipa in Ungheria, a Szombathely, al kick off meeting con rappresentanti dei soggetti partner provenienti da Polonia, Belgio, Germania e dalla stessa Ungheria.

EU CYCLE si propone di contribuire alla decarbonizzazione dei trasporti con la realizzazione di progetti di qualità attraverso un più efficace utilizzo del Fondi Europei per lo Sviluppo Regionale (FESR) nel settore della mobilità ciclistica. A tal fine saranno analizzate buone e cattive pratiche, sia in termini di interventi che di governance, definite linee guida condivise e standard comuni di riferimento con l'obiettivo di aumentare la quota di spostamenti quotidiani in bici per motivi di studio e di lavoro e di potenziare il cicloturismo il cui fatturato annuale in Europa è di oltre 44 miliardi di euro l'anno.

Il progetto, finanziato dalla 4^ Call del Programma Interreg Europe - Obiettivo 3.1 “Migliorare le politiche economiche a basse emissioni di carbonio”, avrà la durata complessiva di 48 mesi. Il budget complessivo è di € 1.070.681,00; quello della Regione Puglia è € 182.609,00 di cui l’85% coperto da fondi FESR e il 15% dal fondo nazionale di rotazione. Nessun onere è quindi a carico del Bilancio regionale.