Main content

Alert message

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Sviluppare una strategia per l’ottimizzazione del sistema dei trasporti che permetta di ridurre sensibilmente il ricorso a vettori su gomma e marittimi e il potenziamento dell’offerta di collegamenti aerei tra Italia e Grecia. E’ questo l’obiettivo del progetto di cooperazione transfrontaliera "Cross-border mechanisms for Green Intermodal and Multimodal Transport of FRESH products - FRESH WAYS ", presentato il primo Agosto a Bari nel corso di una conferenza stampa, nell’aeroporto “Karol Wojtyla”.

Il progetto, finanziato per 2.621.935,00 euro dal Programma Interreg V-A Grecia–Italia 2014-2020, ha permesso il lancio di nuove rotte verso la Grecia.

I primi voli con destinazione Cefalonia, Zante e Corfù sono decollati lo scorso 23 luglio dall’aeroporto di Bari –Palese, operati da Classic Air, aggiudicatario dell’avviso pubblico lanciato da Aeroporti lo scorso aprile.

Altro obiettivo del progetto è quello di accrescere il traffico passeggeri fra Italia e Grecia, e sperimentare l'utilizzo di alcune delle tratte destinate al traffico dei passeggeri anche a fini commerciali per il trasporto dei prodotti freschi. Tutto questo attraverso un sapiente utilizzo e monitoraggio in tempo reale delle stive degli aerei e la realizzazione di una piattaforma di informazione e cooperazione tra amministrazioni pubbliche, centri di ricerca e attori del settore industriale e imprenditoriale per facilitare l’individuazione dei più innovativi e adeguati investimenti futuri in tema di trasporto eco-sostenibile. FRESH WAYS nasce dunque come un progetto infrastrutturale che si pone l'obiettivo di promuovere forme di trasporto integrate, sostenibili ed economicamente vantaggiose per l’area di cooperazione interessata.

Un bacino potenziale di 3150 aziende pugliesi interessate a questa opportunità di scambio, di cui 100 aziende Pane di Altamura, 170 dolci tipici pugliesi, 2200 prodotti da forno, 500 prodotti lattiero caseari e circa 180 di frutta e verdura Dop. Questi i dati riferiti da Cosimo Albertini della Camera di Commercio di Bari, partner di progetto.

I dati Istat riportano un Export Puglia nel 2018 in Grecia di13 milioni di interscambio mentre l’import della Grecia per prodotti freschi verso il mercato italiano è di 1, 2 miliardi. I prodotti maggiormente coinvolti in questo saranno potenzialmente quelli del Pane di Altamura e dei Prodotti da forno che in Grecia non esistono, a seguire i prodotti da forno legate alle tradizioni locali (pasticciotto leccece, il biscotto di Ceglie Messapica, il sospiro), i lattiero caseari come la burrata, stracciatella, canestrato di Puglia.

66 aziende pugliese del fresco già selezionate da CCIA di Bari si sono rese disponibili a partecipare agli inizi del 2020 ai dei tavoli di B2B per conoscere questa nuova opportunità di mercato.

“Quella di oggi – ha dichiarato il Vice Presidente di Aeroporti di Puglia, Antonio Maria Vasile - è una giornata importante per la storia commerciale, e non solo, tra Italia e Grecia. La nostra regione, che vanta una posizione geografica privilegiata, ha il dovere di guardare al Mediterraneo con uno sguardo mai miope, ma sempre rivolto al futuro. Aeroporti di Puglia, è particolarmente soddisfatta di dare un contributo in questo senso in un progetto che mira alla cooperazione in nome di un concetto in evoluzione di trasporto, tra le due sponde del Mediterraneo, che avrà certamente delle ricadute virtuose sugli scambi commerciali tra Italia e Grecia”. 

“La Regione Puglia partecipa con soddisfazione alla presentazione dei risultati del progetto Fresh Ways” - ha precisato Bernardo Notarangelo, Direttore del Coordinamento Politiche Internazionali di Regione Puglia. “Il progetto Fresh Ways rientra tra i 51 progetti, finanziati dal Programma Grecia-Italia per una totalità di circa 63.000 milioni di euro destinati allo sviluppo dell’intera area di cooperazione che include oltre l’intera Puglia anche la Regione dell’Epiro, Regione delle Isole Ionie e Regione della Grecia Occidentale”.

Il progetto nasce dalla cooperazione tra Aeroporti di Puglia S.p.A. capofila del progetto di concerto con la Camera di Commercio Industria, Artigianato, Agricoltura di Bari, l’Università del Salento – Dipartimento di Ingegneria dell’Innovazione, la Camera di Commercio di Preveza e l’Università di Patrasso – Dipartimento di Ingegneria Civile. La Regione Puglia – Sezione Trasporto Pubblico Locale e Grandi Progetti in veste di partner associato, partecipa all’implementazione del progetto.