Main content

Alert message

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

È stata presentata presso la sede della Società Dante Alighieri, a Roma, la XIX edizione della Settimana della Lingua Italiana nel Mondo che, quest’anno, sarà dedicata a “L’Italiano sul palcoscenico”. Dal 21 al 27 ottobre, le Ambasciate, i Consolati e gli Istituti Italiani di Cultura promuoveranno in tutto il mondo lo studio e la diffusione dell’italiano grazie a circa mille eventi dedicati all’opera e al teatro, alla canzone popolare e alla drammaturgia, alla letteratura e al melodramma.

L’evento di presentazione a Palazzo Firenze è stato introdotto dai saluti del Presidente della Società Dante Alighieri, Andrea Riccardi, e del Direttore Generale per la Promozione del Sistema Paese della Farnesina, Vincenzo De Luca. Nel corso dell’evento sono stati inoltre presentati i dati statistici sugli studenti di italiano nel mondo – che nell’anno scolastico 2017-2018 hanno superato i 2 milioni – e i “Piani Paese”, elaborati per calibrare al meglio le iniziative di promozione dell’italiano negli specifici contesti locali.

La Settimana della Lingua Italiana nel Mondo, a cui anche quest’anno è stato concesso l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, è organizzata dal Ministero degli Esteri e della Cooperazione Internazionale, insieme a MIUR, MiBACT, RAI, Accademia della Crusca, Consiglio Generale per gli Italiani all’Estero e Società Dante Alighieri, oltre che alla Confederazione Elvetica.

Tale iniziativa è diventata nel corso di questi diciotto anni l’appuntamento cardine di promozione linguistica del MAECI. Un risultato raggiunto grazie al crescente coinvolgimento delle comunità dei connazionali e degli italofoni all’estero, delle istituzioni culturali locali, dei Comitati della Società Dante Alighieri e di una schiera di scrittori, poeti, artisti, professori e accademici che hanno animato le varie edizioni, attraverso migliaia di eventi, dando così vita a un dialogo interculturale con gli intellettuali di tutto il mondo.