Main content

Alert message

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Con decreto n°655 del Presidente della Giunta Regionale, il giornalista e già direttore delle Politiche Internazionali della Regione Puglia Bernardo Notarangelo è stato nominato Consigliere del Presidente Emiliano per la Cooperazione territoriale ed internazionale.

In virtù del rapporto fiduciario e dell’esperienza professionale maturata in 43 anni al servizio della Regione Puglia, di cui 15 dedicati proprio alla Cooperazione europea, Notarangelo si occuperà anche del coordinamento dei contenuti digitali relativi alle Politiche di Cooperazione territoriale ed internazionale nel portale istituzionale e delle attività attinenti al Gruppo Europeo di Cooperazione Territoriale (GECT), in rappresentanza della Regione.

Con una figura professionale altamente competente in materia, la Puglia continuerà così ad essere parte attiva nel processo decisionale europeo per la Programmazione 2014-2020 e nel prossimo futuro, garantendo lo sviluppo di performance regionali elevate per un’efficace proiezione internazionale.

La mia collaborazione sarà prestata a titolo gratuito – sottolinea Notarangelo – Mi sono reso disponibile alla chiamata del Presidente Emiliano per contribuire a definire nuovi scenari territoriali, che consentano ulteriori opportunità in tema di Cooperazione internazionale. Certo, molteplici sono i progetti ed i partenariati già consolidati nell’ambito delle precedenti fasi di Programmazione Comunitaria, in cui la Puglia ha saputo conquistare un ruolo da protagonista attraverso posizioni istituzionalmente rilevanti. Ma nuove sfide si possono ancora tracciare, intervenendo nel dibattito politico in corso, partecipando al GECT e alla definizione della Strategia Macroregionale Adriatico-Ionica”.