Main content

Alert message

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Un premio per lo "Sviluppo delle relazioni tra Mosca e la Puglia" al presidente della Regione Puglia Michele Emiliano: la consegna è avvenuta a Verona, nel corso del XII Forum economico euroasiatico, da parte del Ministro Sergey Cheremin che ha promosso con il Dipartimento per le relazioni economiche e internazionali esterne del Governo di Mosca questo riconoscimento per ringraziare i partner internazionali.

"Il Forum euroasiatico - ha detto Emiliano - struttura i rapporti economici e politici tra l'Europa, l'Italia e la Federazione russa. Abbiamo avuto l'onore di ricevere questo significativo riconoscimento per l'attività che la Regione Puglia ha svolto a favore delle relazioni economiche con la città di Mosca. Si tratta di un momento molto importante, sono anni di lavoro dedicati alla costruzione di queste relazioni che hanno portato alla Puglia tanti vantaggi, soprattutto nel turismo che è in crescita esponenziale, negli investimenti e sul piano del prestigio internazionale. Per il popolo russo è importante dire una cosa e poi farla per essere presi sul serio: tutte le volte che in questi quindici anni, anche quando ero sindaco, abbiamo preso degli impegni con loro, li abbiamo mantenuti. Per me è un onore molto grande ricevere questo riconoscimento. Ci auguriamo che queste relazioni possano essere utili a tutte le città della Puglia e a tutta l'Italia".

"Il legame tra la Puglia e la Federazione russa e il Patriarcato di Mosca ha radici profonde - ha aggiunto - noi abbiamo il compito di custodire la tomba di San Nicola, una figura che unisce ortodossi e cattolici e che favorisce il dialogo tra popoli. Da qui discende tutto il resto, perché condividiamo la fede, ma anche i sogni per il futuro. Ci sono importanti imprese che dialogano con le realtà russe. Certo, non siamo stati aiutati dalle sanzioni, che hanno ostacolato moltissimo gli scambi e fatto più danni all'Italia che alla Federazione Russa: le nostre imprese agricole che esportavano frutta e prodotti hanno ricevuto danni molto ingenti. Speriamo di poterle superare in fretta, in tal senso la Puglia intende favorire il dialogo Est-Ovest che non si può certo nuovamente raffreddare. Il nostro auspicio e il nostro compito è quello di essere la regione più vicina alla Federazione Russa, tra le regioni europee".

Il Forum economico euroasiatico a Verona ha avuto come tema "L'economia della fiducia e la diplomazia del business dall'Atlantico al Pacifico". A confronto 60 speaker internazionali tra politici, diplomatici, istituzioni e top manager delle aziende sistemiche di Italia, Europa e Unione Economica Eurasiatica e una platea composta da oltre mille aziende nazionali ed estere. Il vertice è stato organizzato dall'Associazione Conoscere Eurasia, Roscongress e Forum Economico Internazionale di San Pietroburgo al Palazzo della Gran Guardia.

Il presidente Emiliano, in particolare, è intervenuto nella sessione "Trasporti e infrastrutture come condizioni per lo sviluppo dell'economia e dei territori" moderato da Mark Entin, Professore Istituto Relazioni internazionali di Mosca. Tra i relatori: l’Ambasciatore della Russia a Lussemburgo (2012-2016), Sergey Chermin - Ministro del Dipartimento degli affari esteri e relazioni internazionali del Governo di Mosca (Russia), Aleksey Grom - Presidente, Сompagnia di trasporto e logistica OTLK (Bielorussia-Kazakistan-Russia) Le Truong Son, Association of Vietnamese Businessmen in Russia (Vietnam) Sergey Khramagin General Director, State Transport Leasing Company GTLK (Russia) Dmitry Pankin, President, Black Sea Trade and Development Bank (BSTDB).

"La logistica ferroviaria e stradale regionale - ha detto Emiliano - sta rivoluzionando la fruizione del territorio. Ma anche nel Salento, dove abbiamo finanziato l'elettrificazione di una metropolitana di superficie capace di garantire, in una zona a grande vocazione turistica, migliori trasporti. La crescita della nostra rete aeroportuale sta facendo della Puglia un luogo di interesse e attrazione. Soprattutto per la popolazione russa che ci onora, nel nome di San Nicola, di una significativa presenza, tutto l'anno. Questo nel solco delle nostre straordinarie relazioni, che ci hanno consentito di sottoscrivere importanti accordi bilaterali nell'ambito della medicina, della ricerca, della cultura.

"I rappresentanti del governo della città di Mosca e del governo Russo – ha aggiunto Emiliano - hanno illustrato gli enormi investimenti nella logistica intermodale che sono in atto in questo momento. In particolare si è parlato della rete ferroviaria che collegherà Amburgo a San Pietroburgo. Un investimento di 30 miliardi di euro in grado di creare un corridoio logistico di interesse europeo che legherà ancora di più lo spazio euroasiatico. Tutto questo conferma l'assoluto anacronismo delle sanzioni che continuano a penalizzare le aziende italiane e quelle europee oltre che quelle russe. Le dimensioni dello spazio logistico euroasiatico è in crescita. Soprattutto su rotaia. Peraltro la Russia è la cerniera naturale per unire i mercati cinesi e quelli europei. Già ora qualsiasi merce su rotaia, usando le infrastrutture russe, riesce ad arrivare dall'Europa alla Cina in 5 giorni. Con risparmio di tempo e con impatti ambientali sostenibili".