Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Le "Strutture responsabili" della gestione del Programma INTERREG IIIA Transfrontaliero adriatico e del Nuovo Programma di Prossimità Adriatico INTERREG/CARDS, sono raggruppate nelle seguenti 3 categorie principali:

1. Strutture di gestione dei fondi interni (INTERREG);

2. Strutture di gestione dei fondi esterni (CARDS);

3. Strutture di gestione comuni (INTERREG/CARDS).

Strutture di gestione dei fondi interni

  • Autorità di Gestione (AG): nell'ambito dei fondi strutturali garantisce l'efficacia e la regolarità della gestione e dell'attuazione del Programma INTERREG IIIA Transfrontaliero Adriatico, così come indicate dal Reg. (CE) 1260/99, e della corrispondente gestione di tutti i finanziamenti che interessano la componente finanziaria interna del NPPA; 

    Regione Abruzzo
    Direzione Affari della Presidenza
    Servizio Attività Internazionali
    Indirizzo: Palazzo Centi, Piazza S. Giusta - 67100 L'Aquila
    Responsabile: Dr.ssa Giovanna ANDREOLA
    Tel:  +39-0862-364264
    Fax: +39-0862-364207
    Posta elettronica: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
    website: www.interadriatico.it


  • Autorità di Pagamento (AP): elabora e presenta le richieste di pagamento e riceve i fondi della Commissione Europea e dello Stato cosi come indicato nei Reg. (CE) 1260/99 e 438/01 e dalla Legge n.183/87 per il pagamento degli interventi che ricadono sulla quota parte dei progetti riferita al solo programma INTERREG IIIA TA (e pertanto della parte interna del Nuovo Programma di Prossimità Adriatico);

    A.T.I. FIRA
    Via Silvio Pellico, 28/1
    65100 Pescara
    Responsabile: Dott. Gianluca Primavera
    Tel.: +39-085-4213834
    e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

  • Uffici Regionali (UR) delle Regioni Adriatiche Italiane: garantiscono, di concerto con l'AG, la gestione del Programma INTERREG IIIA TA, ivi inclusa la parte interna del Nuovo Programma di Prossimità Adriatico (NPPA), effettuano le necessarie attività di informazione sul territorio di competenza, stimolano la presentazione delle proposte progettuali e rappresentano gli sportelli sul territorio delle RAI;

  • Unità di Pagamento Locali (UPL): sono gli organismi locali dell'AP rappresentati dagli istituti finanziari localizzati nel territorio del Beneficiario Finale (BF) che effettuano i corrispondenti pagamenti allo stesso BF, previa verifica della documentazione contabile.

torna su

Strutture di Gestione dei fondi esterni

Accanto agli organismi riferiti al Programma INTERREG IIIA TRANSFRONTALIERO ADRIATICO, le nuove Linee Guida per l'implementazione dei Programmi transfrontalieri INTERREG/TACIS ed INTERREG/CARDS identificano i seguenti ulteriori organismi di gestione per la parte esterna (quota CARDS):

  • Unità di Coordinamento Programmatico (UCP) dei PAO: garantiscono, di concerto con l'AG, la gestione del Programma di Prossimità, effettuano le necessarie attività di informazione sul territorio PAO di competenza, stimolano la presentazione delle proposte progettuali e rappresentano gli sportelli di contatto nei PAO. Esiste un'unica UCP per PAO, responsabile della gestione di tutti i Programmi di Prossimità che interessano il corrispondente paese;

  • Autorità di Contrattazione (AC): relativamente alla parte "esterna" del Programma, è la Commissione Europea (nel caso della gestione centralizzata) ad effettuare le procedure di contrattazione e pagamento relative alle spese sul territorio dei PAO, direttamente, oppure  tramite i propri organismi (Delegazioni della Commissione o uffici dell'Agenzia Europea per la Ricostruzione) presenti nei PAO stessi. Nel caso di gestione decentralizzata queste funzioni potranno essere assegnate ad un'Autorità di Contrattazione e Finanziamento (ACF), nei PAO dove questa sia stata istituita, o ad un'autorità specifica designata dallo Stato Beneficiario;

  • Autorità Ministeriali (AM) dei PAO: garantiscono, di concerto con l'AG e con le AC dei rispettivi Paesi, la gestione della componente CARDS del NPPA, effettuano le attività di pubblicità ed informazione sul territorio di competenza al fine di stimolare la presentazione di proposte progettuali e rappresentano gli sportelli sul territorio dei PAO;

  • Comitati di selezione dei destinatari: organismi creati ad hoc, per la valutazione e selezione dei destinatari dei singoli progetti, composti da rappresentanti dei Partners delle corrispondenti proposte progettuali;

  • Autorità di Contrattazione e di Finanziamento (ACF) PAO: è ipotizzabile, nei PAO dove ne sussistano le condizioni, la costituzione di uffici nazionali ai quali verrebbe affidata la gestione delle procedure di pagamento.

torna su

Strutture di Gestione congiunte

Le strutture di gestione congiunte che interessano il Programma INTERREG IIIA Transfrontaliero Adriatico ed il Nuovo Programma di Prossimità Adriatico (NPPA) sono:

  • Comitato Congiunto di Sorveglianza (CCS): composto da rappresentanti delle RAI e dei PAO, nonché dei Ministeri Italiani competenti e supportato dai rappresentanti della Commissione Europea in veste di osservatori, ha il compito di sorvegliare l'attuazione del Programma. Approva le modifiche del Programma Operativo, se necessarie, avendo anche la competenza di approvare e/o modificare il CdP, inclusi gli indicatori fisici e finanziari da essere utilizzati per la supervisione dell'assistenza, nonché le quote di distribuzione delle risorse per misura. Esamina inoltre i risultati dell'attuazione del Programma e il raggiungimento degli obiettivi esplicitati da ogni singola misura del Programma stesso; 

  • Comitato Congiunto di Pilotaggio (CCP): composto da rappresentanti delle RAI e dai PAO, ha il compito di selezionare congiuntamente le proposte progettuali. Applica i criteri di selezione dei progetti e coordina la supervisione dell'attuazione del Programma. Approva i bandi, così come le singole schede di proposte progettuali; 

  • Segretariato Tecnico Congiunto (STC): è la principale struttura tecnico-amministrativa a supporto degli organismi di gestione del Programma; il STC svolge diverse funzioni amministrativo-tecniche quali il coordinamento dei rapporti con i PAO, la divulgazione delle informazioni riguardanti il Programma, l'assistenza ai proponenti, la raccolta delle proposte progettuali, la verifica dell'ammissibilità formale, la pre-istruttoria delle proposte progettuali in collaborazione con gli Uffici Regionali (UR) delle RAI e le Autorità Ministeriali (AM) dei PAO territorialmente competenti, la predisposizione delle raccomandazioni e della proposta di graduatoria delle proposte istruite per il CCP, nonchè la preparazione e pubblicazione dei bandi;  

  • Gruppo di Lavoro (GL) - Task Force di Prossimità: è il gruppo di lavoro che, in collaborazione con l'Autorità di Gestione, ha contribuito alla definizione del Programma Operativo e del Complemento di Programma e ne coordina l'attuazione. Il GL è costituito da rappresentanti di tutte le RAI e di tutti i PAO e si può avvalere del supporto di esperti settoriali esterni, in funzione delle tematiche in considerazione;  

  • Gruppo Tecnico Ambiente (GTA): composto da rappresentanti delle RAI e da specifiche autorità dei PAO, valuta gli interventi di attuazione per quanto concerne gli aspetti ambientali e di sviluppo sostenibile, con parere di merito non vincolante.

torna su