Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

È in programma per il 19 e 20 marzo (9-00) p.v. a Brindisi, il secondo meeting del progetto di cooperazione transfrontaliera “TELEICCE - Promozione del Telelavoro e della Formazione attraverso Corsi Online Aperti su Larga Scala ” finanziato per € 877.707,50 dal Programma Interreg V-A Grecia-Italia 2014-2020 di cui la CNA di Brindisi è partner.

Gli altri partner coinvolti sono per la parte italiana Ifoa Bari, e per la parte Greca Hellenic Open University (Capofila), Chamber of Achiaia e Ionian University.

L’obiettivo del progetto “Teleicce” è quello di proporre l’adozione di un modello innovativo business-to-freelancer (b2f) facilitato da piattaforme di Telelavoro e da un quadro di sviluppo delle competenze attraverso piattaforme dedicate a Corsi online aperti su larga scala che miglioreranno la competitività delle Piccole e Medie Imprese e l’occupazione dei professionisti. Il modello B2f è già servito da molte piattaforme di telelavoro (Upwork, Freelancer, Guru, ecc.), ma fino ad oggi non vi è alcuna significativa partecipazione da parte delle Piccole e Medie Imprese e dei liberi professionisti nell'area di cooperazione. Inoltre, sul Web sono presenti numerose piattaforme di corsi online aperti su larga scala (Coursera, FutureLearn, P2PU, piattaforme di istituti di istruzione superiore, ecc.) che potrebbero modernizzare le competenze dei professionisti per essere più creativi e produttivi e quindi più adatti per le attività di freelance.

Pertanto, la fornitura strutturata e l'ampio utilizzo di piattaforme di telelavoro e di corsi online aperti su larga scala da parte sia di Piccole e Medie Imprese che di liberi professionisti, porterà benefici a entrambi i gruppi di utenti finali.

Il progetto mira a promuovere l’uso delle piattaforme, anche per settore di mercato e a fornire supporto e formazione alle Piccole e Medie Imprese e ai professionisti freelance su come sfruttarle, con l’obiettivo generale di aumentare la loro competitività e l’occupazione.

Grazie a questo progetto, infatti, verranno individuate 90 tra micro, piccole e medie imprese e 180 liberi professionisti che potranno partecipare a seminari formativi dedicati e beneficiare di una serie di applicazioni pilota che riguarderanno diverse aree di intervento (contabilità&finanza/consulenza/ITC/imprenditoria sociale). Il progetto prevede infine l’istituzione di Centri Polifunzionali in ciascuna regione coinvolta nel progetto: Regione Puglia (IT), Corfù (GR) e Patrasso (GR).