Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Al via il Bando 2019 «Progetti della Società civile: impegno democratico e partecipazione civica», promosso nell’ambito del Programma Europa per i cittadini. Scadenza: 01/09/2019. La call finanzierà progetti nazionali e transnazionali, della durata di 18 mesi (devono avere inizio tra il 1° marzo e il 31 agosto 2020), che incoraggiano la partecipazione democratica e civica dei cittadini europei, permettendo loro di comprendere meglio il processo di elaborazione politica dell’Unione e creando condizioni adeguate per favorire l’impegno sociale, il dialogo interculturale e il volontariato.

Per essere eleggibile, un progetto della società civile deve comprendere almeno due dei seguenti tipi di attività:
• promozione dell’impegno sociale e della solidarietà: attività atte a promuovere il dibattito, le campagne, le azioni su tematiche d’interesse comune nel quadro più ampio dei diritti e delle responsabilità dei cittadini comunitari, istituendo una correlazione con l’agenda politica europea e con il processo decisionale europeo;
• raccolta di opinioni: attività volte a raccogliere le opinioni individuali dei cittadini su una tematica specifica privilegiando un approccio dal basso verso l’alto (facendo anche ricorso ai social network, a webinar, ecc.) e l’alfabetizzazione mediatica;
• volontariato: attività volte a promuovere la solidarietà tra i cittadini dell’Unione e oltre.

Le proposte, ad ogni modo, dovranno prendere in considerazione le priorità definite dal programma Europa per i cittadini per il periodo 2018 – 2020: discutere il futuro dell’Europa e sfidare l’euroscetticismo, promuovere la solidarietà in tempi di crisi, il dialogo interculturale e la comprensione reciproca, e combattere la stigmatizzazione degli immigrati e delle minoranze.

Approfondimenti QUI!

Per maggiori informazioni è possibile contattare la Sezione Relazioni Internazionali della Regione Puglia attraverso l’e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.