Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

“Il nuovo Quadro Finanziario Pluriennale: la proposta della Commissione europea”: è il tema del seminario specialistico sulle politiche europee promosso e organizzato dal Centro Interregionale Studi e Documentazione (Cinsedo). Appuntamento lunedì 21 maggio 2018 (ore 10.30-13.30). Si tratta di un ulteriore momento formativo del VI Ciclo di Formazione in materia europea (Programma 2018).

L'incontro si terrà presso la sede del Cinsedo a Roma (via Parigi, 11) e potranno partecipare solo dirigenti e funzionari delle Regioni e delle Province autonome, anche attraverso collegamenti in videoconferenza.

La proposta sul futuro Quadro Finanziario Pluriennale (QFP) dell’Unione europea è stata presentata dalla Commissione il 2 maggio scorso. Il bilancio a lungo termine proposto per il periodo 2021-2027 dà seguito alle priorità politiche presentate dal Presidente Juncker nel discorso sullo stato dell’Unione del 14 settembre 2016, poi confermato nella dichiarazione di Roma del 25 marzo 2017. Esso tiene conto, da un lato, dell’uscita del Regno Unito dall’Unione europea e, dall’altro, delle nuove priorità, per le quali si ritiene che l’intervento dell’Unione europea sia in grado di apportare un valore aggiunto. Per questo motivo, mentre viene proposto l’innalzamento del livello di finanziamento di politiche quali la ricerca e l’innovazione, la gestione delle frontiere, la sicurezza, i giovani, l’economia digitale, viene al contempo proposta la riduzione delle risorse finanziarie disponibili per la politica agricola e la politica di coesione. Su quest’ultimo aspetto le Regioni e le Province autonome italiane hanno già espresso la propria posizione in sede di Conferenza il 22 febbraio 2018.

Il seminario è finalizzato ad approfondire la conoscenza dei contenuti della proposta alla luce delle prospettive per l’Italia e il suo sistema regionale, considerati i tempi dei negoziati e la concomitanza con appuntamenti istituzionali di tutto rilievo, dal rinnovo del Parlamento europeo nel 2019 alla più imminente formazione del nuovo Governo italiano.

È possibile iscriversi al seminario compilando l'apposito modulo online sul sito Regioni.it (nella sezione "Seminari Cinsedo").