Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Al via la II^ edizione di "Italian Stone Experience in South Italy" a valere sui fondi del Piano Export Sud II. Si tratta dell'iniziativa dedicata al sostegno delle aziende residenti nelle Regioni meno sviluppate (Campania, Calabria, Puglia Basilicata e Sicilia) e nelle Regioni in transizione (Abruzzo, Molise e Sardegna), organizzata dall’Agenzia per la promozione all'estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane.

In generale, si prevede la realizzazione di un programma itinerante per i delegati stranieri da realizzare con la partecipazione ed in collaborazione con le realtà imprenditoriali della filiera tecno-marmifera presenti nelle regioni focus del progetto. In agenda anche il coinvolgimento di circa 25 operatori stranieri che verranno selezionati con il supporto della rete estera dell'ICE-Agenzia.

Per le aziende italiane l'iniziativa sarà un'occasione per entrare in diretto contatto con importanti operatori internazionali individuati nei mercati per la filiera tecno-marmifera e per approfondire le potenziali opportunità commerciali e di collaborazione in relazione allo sviluppo delle proprie attività internazionali.

L'iniziativa si rivolge alle aziende locali impegnate nella produzione di tecnologia, utensili e prodotti per l'estrazione, la lavorazione e il trattamento dei materiali lapidei. Gli operatori stranieri - provenienti da Armenia, Bosnia Erzegovina, Croazia, Egitto, Ghana, Iran, Kazakhstan, Pakistan, Romania, Russia, Uzbekistan e Vietnam - verranno coinvolti in un intenso programma di attività con la previsione di attività didattiche e di presentazione delle aziende italiane, incontri personalizzati con le aziende italiane aderenti, visite di impianti delle aziende italiane coinvolte.

Maggiorni informazioni e modalità di adesione