Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

HOME

Esportare la best practice del Registro Imprese delle Camere di commercio italiane in Albania e Montenegro. Nasce così BRE, Business Registry Empowerment, un progetto ideato dalla Camera di Commercio di Bari, che si è classificato al primo posto nell’Asse 1 dell’Interreg Italia – Albania – Montenegro 2014-2020.

"L’idea è semplice - spiega Angela Partipilo, Segretario Generale della CCIAA di Bari - ovvero illustrare il nostro modello legislativo, informatico, organizzativo e promozionale a quei Paesi che stanno avviando un dibattito politico intorno alla riforma del Registro delle Imprese. Con BRE, Albania e Montenegro possono godere di un supporto da parte di chi quel lavoro lo ha già fatto. Nel rispetto della strategia di coesione dell’Unione Europea, abbiamo pensato di mettere a fattor comune un sistema che funziona, proponendolo come benchmark a chi voglia rafforzare il proprio”.

Per attuarlo l'ente barese, partner oltre che ideatore del progetto stesso insieme alla Camera di Commercio e Industria di Tirana e quella dell’Economia del Montenegro, il Ministero dello Sviluppo Economico albanese e Tehnopolis (Parco Scientifico e Tecnologico di Niksic), ha inaugurato un modello che prevede una collaborazione strutturata con Unioncamere Puglia, che la affianca come soggetto attuatore.

20 maggio/29 luglio 2019 e 22 maggio/31 luglio 2019: è il periodo di apertura della terza Call for proposals del Programma di Cooperazione Territoriale Europea “Adriatico-Ionio 2014/2020” (ADRION), rispettivamente per l’Asse prioritario 1 “Regione innovativa e intelligente” e per l’Asse prioritario 3 “Regione connessa”. Quattro in tutto sono gli argomenti specifici (topic) considerati: Crescita blu sulla strategia di specializzazione intelligente (S3) e Innovazione sociale per l’Asse prioritario 1; Trasporto marittimo e trasporto urbano per l’Asse prioritario 3.

Online la documentazione necessaria per l’iscrizione all’Albo regionale 2019 dei “soggetti operatori di partenariato, di cooperazione internazionale e di promozione della cultura dei diritti umani” istituito annualmente ai sensi della L.R. 25 agosto 2003, n.20 “Partenariato per la cooperazione”, art. 9. È stato infatti pubblicato nel Bollettino Ufficiale della Regione Puglia n. 52 del 16 maggio 2019 il relativo Decreto del Presidente della Giunta Regionale (13 maggio 2019, n. 299).

La Fondazione Pino Pascali Museo d’Arte Contemporanea, nell’ambito del Progetto Interreg Grecia-Italia Craft-Lab, lancia la call per selezione di 30 giovani artisti pugliesi, (studenti/laureandi/laureati) tra i 18 ed i 35 anni di età, residenti in Puglia per la partecipazione ai 3 laboratori nel settore della ceramica, del mosaico e del tessuto. Verranno selezionati 10 artisti per ogni settore.

Save the date: Parigi, 7 marzo, nella sede dell’Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE), il 1° Forum "Città e regioni per l'attuazione degli obiettivi di sviluppo sostenibile dell'ONU al 2030". Il contributo di regioni, province, comuni è essenziale per il raggiungimento degli obiettivi fissati in sede ONU nel 2015.