Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

HOME

“Nessun taglio alle risorse destinate alle politiche di coesione”. È questa la posizione italiana sul futuro delle politiche di coesione post 2020 che il Ministro per la Coesione territoriale e il Mezzogiorno, Claudio De Vincenti, ha presentato a Bruxelles in occasione del 7° Forum sulla coesione.

"Per l'Italia le politiche di coesione sono pilastro essenziale di una strategia della UE che si prende cura dei cittadini europei, una strategia di lungo respiro per la crescita e la convergenza tra i Paesi e le regioni europee – ha sottolineato il Ministro – Pertanto, le risorse a disposizione delle politiche di coesione anche dopo il 2020 non devono ridursi e, in parallelo, il quadro finanziario pluriennale europeo deve prevedere risorse ulteriori dedicate alle nuove esigenze comuni: gestione dei flussi migratori, lotta al cambiamento climatico, difesa e sicurezza comuni".

Si terrà il prossimo 14 luglio a Roma, presso la sala delle Conferenze Internazionali del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI), l’evento nazionale sul primo bando per il finanziamento di progetti del Programma ENI CBC “Bacino del Mediterraneo”. Si approfondiranno tematiche del bando, regole di partecipazione e di eleggibilità, criteri di valutazione dei progetti e documenti per presentare proposte progettuali. Obiettivo: informare i potenziali partner italiani sui principali elementi del bando di prossima uscita, del valore pari a 86,4 milioni di euro.

Si è svolto, il 20 e il 21 giugno a Patrasso (Grecia) il terzo Comitato di Sorveglianza del Programma Interreg V-A Grecia-Italia 2014-2020. Due giornate intense di confronto e scambio nel segno della cooperazione, alla presenza della Commissione Europea Direzione Generale per la Politica Regionale e Urbana, rappresentata da Caterina Esempio e dei Rappresentanti degli Stati Membri: per la parte greca, Dominic Zaralidou del Ministero Greco dell’Economia, Sviluppo e Turismo e, per la parte italiana, Bernardo Notarangelo, Direttore del Coordinamento Politiche Internazionali di Regione Puglia.

C’è tempo fino al 15 luglio 2017 per partecipare alla Call for presentations promossa in prospettiva della conferenza “Empowering smart solutions for better cities”, evento durante il quale si mira ad incoraggiare la replica di soluzioni, buone pratiche e lezioni apprese tra le città e le imprese per portare avanti una visione intelligente e sostenibile dell'Europa.

Il Consiglio d'Europa è alla ricerca di diverse figure professionali da impiegare presso le proprie sedi a Strasburgo, Parigi, Yerevan e Podgorica. Le scadenze per presentare le candidature si susseguono fino a settembre 2016.