Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

HOME

È online un nuovo servizio che rende disponibile l’elenco delle singole opportunità di finanziamento offerte ai potenziali beneficiari da Piani e Programmi Operativi cofinanziati dai Fondi Strutturali e di Investimento Europeo (SIE).

Le politiche per la coesione relative al ciclo di programmazione 2014-2020 sono finanziate sia da fondi europei, ai quali è associato un co-finanziamento nazionale, sia da fondi nazionali. La principale fonte di risorse comunitarie è rappresentata dai Fondi Strutturali e di Investimento Europeo (SIE) che, rispetto al ciclo 2007-2013, includono anche le risorse per lo sviluppo rurale e per la politica marittima e della pesca.

Complessivamente, le risorse finanziarie disponibili riferite al 2014-2020 ammontano a 132,9 miliardi di euro per il settennio e costituiscono un universo in parte ancora in fase di programmazione.

A partire dal 2 ottobre 2017 (e non oltre il 16/10), sarà possibile presentare istanza di finanziamento per iniziative aventi rilievo regionale, realizzate sul territorio pugliese nel periodo compreso tra il 1° dicembre 2016 e il 30 settembre 2017. Sono questi i termini dell’invito a presentare proposte in riferimento all’Avviso pubblico Art. 8, LR 12/2005 “Iniziative per la pace e per lo sviluppo delle relazioni tra i popoli del Mediterraneo”.

L’appuntamento è per il prossimo 15 Settembre presso la Fiera del Levante all’interno del padiglione Puglia per parlare delle opportunità offerte dal progetto “Aristoil”. L’evento è un primo appuntamento finalizzato ad informare gli attori chiave del territorio pugliese in merito alle opportunità di creare valore aggiunto per i produttori di olio extravergine di oliva. L’iniziativa, infatti, intende attivare una serie di sinergie tra il mondo della ricerca, il mondo istituzionale delle politiche regionali di salvaguardia del patrimonio oleario ed il settore privato dei produttori e frantoiani.

La Regione Puglia, il Consolato di Albania, l'Autorità di Sistema Portuale, la Guardia di Finanza, la dogana e la polizia di frontiera hanno messo in pratica i buoni propositi dichiarati nel tavolo dello scorso 19 giugno quando si parlò di “Metodologie e strumenti per ottimizzare i controlli di persone, mezzi e merci nel Porto di Bari” durante un incontro sollecitato dalle autorità del governo albanese in Italia ed organizzato dal Coordinamento delle Politiche Internazionali della Regione Puglia, d’intesa con il Gabinetto del Presidente.

Il Consiglio d'Europa è alla ricerca di diverse figure professionali da impiegare presso le proprie sedi a Strasburgo, Parigi, Yerevan e Podgorica. Le scadenze per presentare le candidature si susseguono fino a settembre 2016.