Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Scenari euromediterranei

Giovedì 1° febbraio a Catania, nell'aula 4 del Polo didattico "Gravina" (ore 9.00 - dipartimento di Scienze politiche e sociali, via Gravina 12,), Emilia Arrabito, Project Manager di Svi.Med  del Centro euromediterraneo per lo sviluppo sostenibile, aprirà il seminario "European Funds for Territorial Cooperation: how to build the Partnership and Analyse a Call for proposals".

"L'attività di cooperazione è elemento fondamentale di relazioni internazionali basate su dialogo, libero commercio, rapporti multilaterali: questo è il mondo che l'Italia vuole, e che non vogliamo farci scippare dal ritorno dei nazionalismi e da chiusure all'interno delle singole frontiere". Così il presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, a chiusura della conferenza nazionale sulla Cooperazione allo Sviluppo tenutasi a Roma (24-25 gennaio 2018).

Nell’ambito della Conferenza Nazionale sulla Cooperazione allo Sviluppo, che si svolge il 24 e 25 gennaio a Roma presso l’Auditorium Parco della Musica, la Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome promuove un incontro per avviare una riflessione sullo stato attuale e le prospettive future della cooperazione decentrata all’interno della nuova cooperazione internazionale italiana.

Tanti gli spunti di riflessione, le interviste e gli approfondimenti sull’ultimo numero del magazine della Commissione europea “Panorama” (Winter 2017 – n°63). Lente di ingrandimento sulle regioni ultraperiferiche dell’UE, in riferimento alla recente Conferenza dei presidenti a cui hanno partecipato il presidente Juncker ed il commissario Creţu.

Le Regioni adriatiche si sono incontrate il 12 gennaio a Martinsicuro (TE) per definire le fasi operative e istituzionali che porteranno alla realizzazione della Ciclovia Adriatica. Si tratta di un’arteria turistica e urbana di mobilità dolce che correrà, ininterrotta, da Trieste a Santa Maria di Leuca, lungo i 1.300 km costieri del mare Adriatico.