Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Scenari euromediterranei

La Cooperazione territoriale europea (CTE), meglio conosciuta come “Interreg”, è uno degli obiettivi della politica di coesione dell'Unione Europea. Interessanti gli spunti di riflessione che emergono dal documento di recente pubblicazione “Spatial Foresight Brief 2017:8 More Territorial Cooperation Post 2020? A contribution to the debate of future EU Cohesion Policy”.

La Commissione europea mette a disposizione un nuovo strumento per tutte le istituzioni pubbliche coinvolte nella gestione del Fondo europeo di sviluppo regionale e del Fondo di coesione, con l’obiettivo di aiutare gli Stati membri e le regioni a migliorare la loro capacità di investire fondi UE per ottenere risultati migliori attraverso il rafforzamento delle competenze professionali ed operative.
Il nuovo strumento risulterà utile, in particolare, a organi nazionali di coordinamento, autorità di gestione, audit e certificazione, segretariati congiunti e organismi intermedi.

Scade il 22 gennaio 2018 la possibilità di adesione ad una missione imprenditoriale a guida politica in Albania, che si terrà dal 18 al 19 febbraio, promossa dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e del Ministero dello Sviluppo Economico. L'Italian business mission avrà carattere plurisettoriale, con un focus sui comparti Infrastrutture, Energia&Green Tech, Agroindustria e trasformazione alimentare.

Giocattoli che imitano quelli di marca presentano una minaccia sia per i cittadini europei che per l'economia dell'Europa. La scarsa qualità delle contraffazioni solleva notevoli preoccupazioni sul piano della salute e della sicurezza e il loro modello commerciale basato sulla frode mette in pericolo migliaia di posti di lavoro. Le norme dell'UE in materia di giocattoli prevedono i requisiti di sicurezza più rigorosi al mondo.

Pubblicata dalla Commissione la relazione strategica 2017 sull'attuazione dei fondi strutturali e di investimento europei, che include un capitolo sulla Cooperazione ed è accompagnata da un documento di lavoro dei servizi che fornisce informazioni più dettagliate e diversi progetti Interreg come esempi. Il documento mette in luce i risultati conseguiti dai cinque fondi dell'UE dall'inizio del periodo di finanziamento ora che l'attuazione dei programmi 2014-2020 ha raggiunto il pieno regime.