Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

La Fondazione "Anna Lindh", creata dall'Unione europea e dai paesi partner mediterranei a favore del dialogo tra le culture, ha elaborato la prima edizione del Manuale sulla cittadinanza interculturale nella regione Euro-Mediterranea. Si tratta di uno strumento a sostegno dell’educazione interculturale, incentrato su conoscenze e abilità necessarie per esercitare un ruolo attivo nella vita civica a livello locale e internazionale.

Il manuale è rivolto agli educatori che lavorano in ambito formale e non formale (scuole, ONG, centri giovanili, ecc.) a contatto con ragazzi dai 15 anni in su, ma gran parte delle attività sono adattabili anche per target più giovani.

È suddiviso in 3 parti. Nella prima sono introdotti concetti, metodologie e format educativi riguardanti la cittadinanza interculturale. La seconda sezione presenta in modo più approfondito il concetto di educazione alla cittadinanza interculturale, formato da tre componenti diverse legate all’accettazione della diversità, all’interazione con l’altro e allo sviluppo di una cittadinanza proattiva. La terza parte, infine, presenta le attività educative da mettere in pratica.

L’approccio più efficiente per stimolare la cittadinanza interculturale e la partecipazione attiva, secondo il manuale, consiste in un’educazione che si sposta dalle tecniche tradizionali verso un approccio critico, da una visione del mondo unitaria a una inclusiva e fondata su diverse prospettive, dalle scuole e dai contesti formali a contesti in cui la responsabilità dell’educazione è condivisa tra istituti, famiglie, governo e società civile.

Consulta qui “The Anna Lindh Education Handbook on Intercultural Citizenship in the Euro-Mediterranean Region”!