Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Scenari euromediterranei

La ricerca e l’innovazione nel settore idrico e agro-alimentare possono rappresentare uno strumento importante per il dialogo e la cooperazione fra i paesi euro-mediterranei e per uno sviluppo economico e sociale sostenibile e duraturo nel tempo. Questo è il segnale che proviene da Bruxelles dove è stato raggiunto l’accordo fra Parlamento europeo e Consiglio europeo, supportati dalla Commissione europea, per la creazione dell’Agenzia per l’attuazione del programma PRIMA (Partnership for Research and Innovation in the Mediterranean Area).

Secondo un recente rapporto, la politica di coesione europea migliora il contesto degli investimenti in Europa. Uno degli elementi fondamentali della riforma della politica di coesione 2014-2020 è stata l'introduzione di precondizioni affinché gli Stati membri possano ricevere il sostegno finanziario dei fondi strutturali e di investimento europei.

Appuntamento dall’1 al 7 maggio 2017 per l’8^ edizione della “Settimana europea della gioventù” organizzata dalla Commissione europea per celebrare la partecipazione dei giovani alla vita sociale, civica, politica dell’Unione europea.

La Fondazione "Anna Lindh", creata dall'Unione europea e dai paesi partner mediterranei a favore del dialogo tra le culture, ha elaborato la prima edizione del Manuale sulla cittadinanza interculturale nella regione Euro-Mediterranea. Si tratta di uno strumento a sostegno dell’educazione interculturale, incentrato su conoscenze e abilità necessarie per esercitare un ruolo attivo nella vita civica a livello locale e internazionale.

Si terrà a Malta, dal 26 al 28 aprile, l’Interreg Annual Meeting, organizzato dalla Commissione europea - Direzione generale per la politica regionale e urbana, con il supporto della presidenza maltese del Consiglio dell'Unione europea. Il meeting, promosso secondo l’articolo 51 del Regolamento (EU) No 1303/2013, darà l'opportunità di rivedere le performance di tutti i programmi Interreg, alla presenza di Autorità di gestione e Segretariati congiungi in merito ai temi più cruciali legati alla loro attuazione.