Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

FOSEL

Un partenariato formato da 8 regioni italiane e 4 province argentine, un budget di oltre 2 milioni di euro, diversi settori di intervento attraverso i quali si sono costruite azioni pilota, assistenza tecnica, visite e scambi: questi i numeri del Programma di Cooperazione Decentrata FOSEL (Formazione per lo Sviluppo Economico Locale), cofinanziato dalla Direzione Generale della Cooperazione allo Sviluppo del Ministero degli Affari Esteri.

Di sistemi produttivi per lo sviluppo locale in Argentina e del rafforzamento istituzionale tra le regioni italiane e le province argentine si è parlato a Bari, nel corso del cordiale incontro tra l’Assessore al Mediterraneo, Cultura e Turismo della Regione Puglia, Silvia Godelli e l’Ambasciatore della Repubblica Argentina in Italia, Torcuato Di Tella, accompagnato dal Ministro dell’Ambasciata d’Argentina presso la Repubblica Italiana, Carlos Cherniak.

Dalle buone pratiche messe in campo attraverso sistemi di cooperazione alle strategie di internazionalizzazione produttiva: il domani per le imprese italiane ed argentine è tracciato a partire da FOSEL (Formazione per lo Sviluppo Economico Locale), il Programma sviluppato nell’ambito della Cooperazione Decentrata Italia–Argentina che ha visto la Regione Puglia, in qualità di capofila, traghettare altre sette regioni italiane – Abruzzo, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Marche, Piemonte, Toscana, Umbria – nel processo di sviluppo socio-economico delle Province argentine di Buenos Aires, Santa Fé, Córdoba e Mendoza. Tra i partner, anche il Ministero degli esteri di entrambi i paesi.

Un partenariato territoriale per migliorare le condizioni di lavoro e di competitività dei sistemi produttivi argentini, nonché la coesione e l’inclusione sociale: è stata questa la sfida del Programma  FOSEL (Formazione per lo Sviluppo Economico Locale), che mercoledì 21 novembre 2012, alle ore 9.00 al Cineporto di Bari (Fiera del Levante – Lungomare Starita).

La Cooperazione Decentrata Italia–Argentina con il Programma  FOSEL (Formazione per lo Sviluppo Economico Locale), le politiche di rilancio dieci anni dopo la crisi nei paesi dell’America Latina da un lato, e dall’altro, il modello vincente di promozione territoriale dello Sportello per l’Internazionalizzazione della CCIAA di Bari insieme alle strategie di internazionalizzazione della Regione Puglia: questi, in sintesi, i temi che saranno affrontati venerdì 14 settembre a Bari, nel corso del workshop “Argentina, dalla crisi al business: quali opportunità?” nel Padiglione 152 della 76^ Fiera del Levante (h. 10.30, Lungomare Giambattista Starita). La regia dell’evento è del Servizio Mediterraneo della Regione Puglia in collaborazione con il Servizio Internazionalizzazione.