Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

"Francigena: Via per Roma, Santiago, Gerusalemme" è il titolo del convegno in programma dall'11 al 13 ottobre a Monte Sant'Angelo, a 25 anni dalla certificazione della Via Francigena ad "Itinerario culturale del Consiglio d'Europa" (1994), alla vigilia dell'estensione della certificazione sino in Puglia verso Gerusalemme e all'inizio dell'iter di candidatura a patrimonio UNESCO.

Il convegno, che rappresenta un momento cruciale nella storia della Via Francigena e nella riscoperta del suo valore universale, è organizzato da Regione Puglia, Associazione Europea Vie Francigene (AEVF), Centro Italiano di Studi Compostellani e Università degli Studi di Bari.

Il via dei lavori venerdì 11 ottobre alle 15.30 nella biblioteca comunale Angelillis, con Loredana Capone, Assessore regionale Industria turistica e culturale, Raffaele Piemontese, Assessore al Bilancio della Regione Puglia, Pierpaolo D'Arienzo, sindaco di Monte Sant'Angelo e Padre L. Suchy, Rettore del Santuario di San Michele Arcangelo. Dopo i saluti istituzionali, seguiranno le introduzioni di Aldo Patruno, Direttore Dipartimento Turismo, Economia della Cultura e Valorizzazione del Territorio Regione Puglia, Paolo Ponzio, Università degli Studi di Bari – Coordinatore Piano strategico regionale "PiiiLCulturainPuglia" e Massimo Tedeschi per l'Associazione Europea delle Vie Francigene.

Tra i relatori è previsto l'intervento di: Paolo Caucci Von Saucken della Confraternita di San Jacopo di Compostela con un focus sul tema "La Francigena e le peregrinationes maiores", Giorgio Otranto che parlerà de "Il cammino di San Michele dall'Oriente al Gargano, all'Europa centro settentrionale" e Renato Stopani, relatore su "La Via Francigena: punto di incontro e saldatura degli itinerari delle peregrinationes majores".

I momenti di dibattito scientifico previsti sono mirati a riflettere sulla natura stessa dell'Itinerario, culturale europeo della Via Francigena che si riscopre rete di itinerari storici che collegano Santiago di Compostela, Roma e Gerusalemme, le tre Peregrinationes Maiores per eccellenza.

La tre giorni vede la partecipazione di esperti, studiosi internazionali e istituzioni che animeranno il convegno incentrato sulle giornate di studio e lavoro con un focus sul tema: "Le vie di pellegrinaggio: per Santiago, per Roma, per Gerusalemme" e una Tavola rotonda sugli itinerari culturali: dalla storia uno sviluppo per il presente.