Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Il Presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, ha incontrato in Presidenza a Bari, insieme con l'assessore regionale allo Sviluppo economico Mino Borraccino ed il direttore del Dipartimento Politiche internazionali Bernardo Notarangelo, S.E. l'Ambasciatrice del Canada Alexandra Bugailiskis accompagnata dal Ministro Consigliere, Sig.ra Edith St-Hilaire.

"Il colloquio con l'ambasciatrice, che ringrazio per essere venuta a trovarci, è stato molto interessante – ha commentato il Presidente Emiliano – abbiamo parlato di molte cose, ma ho voluto soprattutto ringraziare il Canada per il contributo che ci ha dato tanti anni fa quando, per riprendere la nostra democrazia, ci è stato molto vicino in un momento difficilissimo, come quello appunto della lotta contro il nazifascismo. Io non dimentico e ci siamo commossi pensando al futuro perché il grande futuro che abbiamo davanti si basa anche sulla grande civiltà del Canada che è un Paese attento alle donne e attento a rispettare tutte le culture del mondo, rispettoso nei confronti di coloro che arrivano nel Paese per lavorare e per trovare un futuro. Insomma il Canada è un Paese che io ammiro profondamente e che per noi è un esempio di come si può affrontare il futuro, in tutti i settori: dall'economia, allo studio, alla politica internazionale, senza negare i diritti di nessuno".

Per l'ambasciatrice Alexandra Bugailiskis "sarà un piacere lavorare insieme perché in Canada ci sono tanti pugliesi emigrati anni fa e perché, insieme con il Presidente Emiliano, parliamo la lingua del futuro".