Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

AREA ISTITUZIONALE

Si è svolta nei giorni scorsi a Bari la visita ufficiale in Regione Puglia di Monsieur N. Jargamath, incaricato d'Affari presso l'Ambasciata delle Mauritius a Parigi, accompagnato da Sanjaye Bahadoor, Presidente dell'associazione Comunità Mauriziana in Italia. L’accoglienza pugliese è stata affidata ad Antonio Nunziante, Vice Presidente della Giunta Regionale e Bernardo Notarangelo, Responsabile del Coordinamento delle Politiche Internazionali.

Puglia e Albania insieme a Valona per commemorare le 81 vittime del naufragio della Katër I Radës, la motovedetta albanese che vent’anni fa, il 28 marzo del 1997, affondò nel Canale d’Otranto.

Sono passati 20 anni da quel 28 marzo del 1997, quando la Katër I Radës, una piccola motovedetta partita da Valona, carica di circa 120 profughi in fuga dalla guerra civile che devastava l’Albania, affondò nel Canale d’Otranto, speronata dalla corvetta Sibilla della Marina Militare Italiana che ne contrastava il tentativo di approdo sulla costa. Per ricordare quel tragico evento nel quale morirono 81 profughi, la Regione Puglia e l’Albania celebrano la memoria di quel viaggio con la partecipazione a “Nostos, Dialoghi sul mare dei ritorni” in programma dal 26 al 28 marzo nelle città di Valona e Otranto.

Si è svolto nei giorni scorsi il convegno “Albania e Kosovo - Opportunità per imprese, lavoro, sviluppo”, organizzato presso l’Università degli Studi di Bari Aldo Moro per riflettere e discutere con gli stakeholders e le imprese delle opportunità di crescita economica e delle forme di collaborazione che l’area balcanica, e in particolare l’Albania e il Kosovo, offrono ai potenziali investitori stranieri.

Si terrà martedì 28 marzo (ore 9.00-17.00), presso la Camera di Commercio di Bari (sala convegni, C.so Cavour), l’evento finale di INGRID, progetto co-finanziato dal 7° Programma Quadro dell’Unione Europea che propone una soluzione innovativa per accumulare in forma d’idrogeno allo stato solido, attraverso dischi di magnesio, il surplus di energia elettrica da fonti rinnovabili che, altrimenti, andrebbe disperso.