Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

La Regione Puglia ha sottoscritto con la Repubblica di Montenegro due Accordi di Collaborazione, uno il 26-07-1996 e l’altro il 23-11-2005.

Nel 1996 il Presidente della Giunta Regionale e il Presidente del Governo Montenegrino hanno stipulato un accordo di collaborazione, in cui si impegnano a promuovere l’integrazione economica e socio-culturale, fra i due Paesi, al fine di favorire l’azione internazionale delle piccole e medio imprese.

Nel 2005 il Presidente della Giunta Regionale, ed il Vice Primo Ministro del Governo della Repubblica del Montenegro hanno stipulato un secondo Accordo in cui la collaborazione è promossa attraverso la cura di Rapporti con organismi comunitari, Rapporti fra le Università ed Istituti di ricerca, Rapporti con rappresentanti del sistema produttivo ed istituzioni e Rapporti tra rappresentanti del sistema socio-sanitario.


Il 28 aprile 2006, a Podgorica, il Vice Primo Ministro della Repubblica del Montenegro e l'Assessore al Mediterraneo della Regione Puglia hanno insediato la Commissione paritetica prevista dell'Accordo di Cooperazione tra la Regione Puglia e la Repubblica del Montenegro sottoscritto a Bari in data 23 novembre 2005. Si è avviata, così, un'analisi sullo stato delle relazioni transfrontaliere e sullo sviluppo della cooperazione al fine di definire, per gli anni 2006 e 2007, un programma di attività per sostenere i processi di integrazione regionale e transadriatica.

Per l'anno 2007, particolare attenzione è stata riservata a:

  • mobilità giovanile, privilegiando tutti coloro che vorranno proseguire gli studi nelle Università e nei Centri di specializzazione pugliesi;
  • possibilità di offrire, da parte della Puglia, un'assistenza circa la costituzione della Protezione Civile in Montenegro e sulla realizzazione di un coordinamento integrato della Protezione Civile nel Basso Adriatico;
  • attività di assistenza, in materia sanitaria, e diretta prevalentemente ai bambini, per favorirne i ricoveri in Italia nei casi di emergenza e/o quando l'assistenza negli ospedali montenegrini, non risulti adeguata
  • potenziamento dello sviluppo delle reti di trasporto sia marittimo che aeree.